Per un’economia più equa e sostenibile.
Per una società che si prenda cura delle persone e dell’ambiente.
Per politiche pubbliche che promuovano le comunità e i territori.
Ognuno può dare il proprio contributo alla promozione di un nuovo modello di sviluppo.

I prossimi appuntamenti

23 ottobre: Festival della SOStenibilità a Romano di Lombardia

6 novembre: Per filo e per sogno a Paladina

10-11-12-13 novembre: a Firenze per il forum sociale europeo

12 novembre: per uno sviluppo sostenibile e solidale della Valle Imagna

27-30 novembre: incontro con esperienze di economia sociale solidale della Romania

Tutte le info nella prossima newsletter, nel frattempo, perché non aderisci e collabori col DessBg prendendo parte al cambiamento?!

Clicca qui per aderire al DessBg

Durante gli incontri di settembre del Dess Bg, abbiamo collaborato con alcune realtà economiche dell’Economia Sociale Solidale (ESS).

Ve le segnaliamo in modo tale che possiate conoscerle e contribuire a sostenerle.

Dolci sogni liberi: un forno artigianale sito all’interno del Carcere di Bergamo, i cui prodotti portano con loro una storia importante e unica per chi crede ancora in un futuro migliore per se e per i suoi cari.

Visita il sito www.dolcisogniliberi.it

Namastè: una cooperativa che sviluppa progetti e servizi sociali e socio-sanitari in stretta alleanza con i soggetti del territorio al fine di costruire il Bene Comune, inteso come bene condiviso da tutti i membri della comunità.

Visita il sito www.coopnamaste.it

Mani di pace: un’associazione impegnata nel sostegno delle microeconomie dei Paesi in guerra.

Visita il sito www.manidipace.org

Problemi ambientali, soluzioni sociali

L’anno sociale è cominciato con una bellissima edizione del Festival della SOStenibilità durante il quale abbiamo tenuto il primo forum della cittadinanza sostenibile.

Clicca qui per vedere la registrazione del forum

Gli spunti e le idee emerse saranno presi in carico dalla nuova area economia del DessBg.

Chi fosse interessato a partecipare può scrivere a dess.bergamo@gmail.com.

Durante l’incontro l’amica Francesca Forno ci ha suggerito la lettura del libro “Problemi ambientali, soluzioni sociali” del Centro Nuovo Modello di Sviluppo.
Ve lo proponiamo come esercizio di lettura condivisa sulla quale avremo modo di confrontarci: http://www.cnms.it/categoria-argomenti/21-un-altro-mondo-in-costruzione/199-problemi-ambientali-soluzioni-sociali

Marcia della Pace, verso il 7 maggio

Nella stessa giornata, insieme al Coordinamento degli enti locali per la pace e la Rete Pace di Bergamo e Brescia, abbiamo lanciato il percorso verso la marcia della pace Bergamo-Brescia del 7 maggio 2023 che coinvolgerà il territorio con una serie di eventi.

Clicca qui per vedere la registrazione della conferenza stampa

Come Dess saremo impegnati nella campagna “Italia Ripensaci” a favore del disarmo nucleare.
Puoi trovare qui maggiori informazioni qui: https://dess.bg.it/per-unitalia-senza-atomica/.

Segnaliamo anche questo link di Comune-Info per continuare ad approfondire il pensiero pacifista: https://comune-info.net/voci-di-pace/

Il 18 settembre a Bergamo sul Sentierone il Dess Bg convoca il primo Forum della cittadinanza sostenibile, assemblea aperta per creare sinergie e convergenze sui principali temi d'attualità all'inizio del nuovo anno sociale. Il tema del primo forum sarà "Dal consumo critico alle nuove palestre di democrazia" e si concentrerà sulle idee raccolta dalla ricerca nazionale sul consumo critico e nel viaggio che il Dess Bg ha compiuto insieme al Rete Gas Bergamo sul territorio bergamasco nella scorsa primavera.

A seguire ampio confronto sul ruolo che i gruppi di acquisto solidale e le reti di economia sociale solidale possono svolgere rispetto alle filiere dell'acquisto e della produzione, ma anche su temi di strettissima attualità: dall'energia, con le comunità energetiche rinnovabili che il Dess Bg sta spingendo su tutto il territorio bergamasco al tema della pace.

Proprio alla pace sarà dedicato il pomeriggio, con l'incontro costruito insieme alle Reti della pace di Bergamo e Brescia e agli enti locali per la pace delle due province che, alle ore 15.00, terranno una conferenza stampa per presentare le iniziative verso Bergamo-Brescia2023, Capitali della cultura, in particolare la "Marcia della Pace da Bg a Bs" e le proposte formative per le scuole.  All'incontro parteciperanno i rappresentanti istituzionali dei due Comuni e delle due Province e di diverse associazioni.

Tra i due momenti ci sarà la possibilità di pranzare a 15 euro con il pasto comunitario gestito dalla cooperativa Namaste' (prenotazioni al numero 3480469799 o alla mail dess.bergamo@gmail.com), mentre dalle ore 16 le persone interessate potranno giocare con "Medianos", gioco da tavolo sulla risoluzione dei conflitti in modo pacifico e non violento.

Leggi la presentazione della ricerca nazionale sul consumo critico

La Campagna Senzatomica e la Rete Italiana Pace e Disarmo sono promotori della mobilitazione “Italia, ripensaci” rivolta al Governo italiano affinché trovi le modalità per aderire al percorso del TPNW (Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari) e si impegnano a sensibilizzare i Comuni e le istituzioni a manifestare il proprio sostegno alla ratifica del Trattato da parte dell’Italia sottoscrivendo l’ICAN Cities Appeal (Appello alle Città) e a invitare i parlamentari a sottoscrivere l’ICAN Parliamentary Pledge (Impegno Parlamentare) affinché il Parlamento italiano manifesti il proprio sostegno alla ratifica del Trattato da parte dell’Italia.

Leggi di più sul link: https://retepacedisarmo.org/disarmo-nucleare/italia-ripensaci/

Il Dess Bg è stato invitato a partecipare alla Festa della Cooperazione “La fatica dei salmoni” a Mezzago insieme ad alcuni produttori del mercato di Slow Food di Treviglio.

Il titolo di questa festa della Cooperazione è una chiara metafora della fatica che spesso si accompagna nell’andare contro corrente e nello stesso tempo l’importanza dell’essere tenaci nel perseguire il proprio obiettivo.

Leggi il programma qui: https://www.lafaticadeisalmoni.it/

Bilanci di Giustizia, la rete di famiglie e singoli impegnata nel monitoraggio e nel cambiamento dei propri consumi verso una maggiore sostenibilità, giustizia e trasparenza, dopo due anni di incontri a distanza a causa della pandemia si è data appuntamento ad Albino per il tradizionale Incontro Annuale.

“Lavorare in pace. Lavorare per la pace” il titolo dell'incontro svoltosi nell'ultimo fine settimana di agosto, che indica i due temi principali, “pace e nonviolenza” e “reddito e lavoro”, approfonditi grazie al contributo di relatori esperti, testimonianze e laboratori.

I “Bilanci di Giustizia” da sempre sono impegnati nell'orientare i propri consumi sulla base dell’esigenza di costruire la pace, nella consapevolezza che quando l’economia uccide, bisogna cambiare. Da qui l’idea di tornare, proprio in questo difficile periodo, a riflettere su pace e pacifismo.
I percorsi di pace e le esperienze non-violente sono state al centro dell'intervento di Marco Mascia dell’Università di Padova, della Rete delle Università per la Pace e titolare della Cattedra Unesco “Diritti Umani, Democrazia e Pace” e di Naomi Peracchi, una giovane volontaria di “Operazione Colomba”: un dialogo che ha permesso di mettere insieme la teoria e la pratica e di approfondire questo tema complesso in modo chiaro, competente e profondo. Inoltre è stato raggiunto online Fabrizio Bettini di Operazione Colomba, attualmente impegnato in Cile.

Il giorno seguente, lavoro e reddito universale per tutti sono stati i temi affrontati grazie al contributo di Andrea Fumagalli, economista dell’Università di Pavia e Bologna e vicepresidente di “Basic Income Network Italia”. Questi argomenti derivano dal percorso di approfondimento di questi ultimi anni dove i "bilancisti" si sono interrogati su temi quali capitalismo, precarietà e risignificazione del lavoro, inteso non solo come lavoro salariato ma in sintonia con la Costituzione italiana che definisce il lavoro come un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Anche i vari laboratori pomeridiani sono stati molto apprezzati e partecipati e hanno visto la presenza anche di persone non "bilanciste". Infatti, gli incontri di Bilanci di Giustizia sono aperti a tutti in un'ottica di condivisione di saperi ed esperienze e di reciproco arricchimento.

Le conferenze dei relatori sono state registrate e verranno pubblicate sul sito www.bilancidigiustizia.it.

Decenni di politiche liberiste e di austerità hanno profondamente trasformato il ruolo dei Comuni.

Messi all’angolo con la trappola del debito e i vincoli finanziari del patto di stabilità e del pareggio di bilancio, i Comuni sono stati progressivamente spinti a tagliare le spese e a esternalizzare e privatizzare la gestione dei servizi.

Occorre affrontare in maniera sistemica i nodi del ruolo e della funzione dei Comuni, delle risorse che devono essere messe a loro disposizione, della riappropriazione della democrazia di prossimità. Un nuovo modello di società, capace di superare le multiformi crisi che stiamo attraversando, non può che partire da un nuovo ruolo dei Comuni e da comunità locali trasformative e in mobilitazione.

Per questo diffondiamo la campagna “Riprendiamoci il Comune” e che avrà il suo fulcro in due proposte di legge d’iniziativa popolare.

Leggi di più al link: https://www.attac-italia.org/riprendiamoci-il-comune-2/

La primavera è un bel periodo per viaggiare: da aprile a giugno il Dess Bg ha “viaggiato nei territori” della provincia bergamasca, sette tappe incontrando chi li vive, li conosce e ne segue le trasformazioni sostenendo i principi di un vivere comunitario equo, etico e sostenibile.  

E’ stato un viaggio, ma di fatto è solo la prima tappa di un cammino comune chiamato Dess: un primo passo per conoscere, ascoltare, discutere, immaginare, condividere e poi progettare (insieme) e agire.

Il 18 settembre al Festival della Sostenibilità con la professoressa Francesca Forno, verranno presentate la lettura d’insieme del cammino fino qui percorso riassunta nei questionari proposti prima degli incontri, ripercorrendo la storia dei GAS e altri gruppi attivi nella bergamasca, e l’interpretazione del cammino che si vorrebbe, attraverso la presentazione delle aspettative, degli spunti, delle domande e delle proposte raccolte in questo viaggio.

E’ un appuntamento  importante, aperto a tutti i soci DessBg e non solo, che si terrà nella mattinata del 18 settembre sul Sentierone di Bergamo presso lo spazio centrale del Festival della Sostenibilità che, per la seconda volta, dà spazio a un momento significativo per il Dess, dopo la festa della fondazione del Distretto di Economia Sociale Solidale della Bergamasca celebrata nell'edizione del 2021 del Festival.

Seguirà il "pranzo del Dess": siete tutti invitati a partecipare all'evento! (più avanti seguiranno le modalità di iscrizione).

Buone vacanze e a presto!

Viaggio culturale ad Ivrea il 10 luglio

Il Distretto di Economia Sociale Solidale della bergamasca organizza un viaggio ad Ivrea per conoscere i luoghi in cui ha vissuto e operato Adriano Olivetti e per approfondire il messaggio e i valori in cui si riconosce l'economia sociale solidale.
Visiteremo la fabbrica e gli innovativi edifici connessi, oggi tutelati come patrimonio Unesco e divenuti simbolo di un’economia attenta e rispettosa delle persone e dell’ambiente
Il programma comprende:

Ore 7.15 ritrovo presso il Lazzaretto / Stadio di Bergamo

Ore 7.30 partenza in pullman

Ore 10: Visitor centre Unesco Ivrea, Via Jervis 11

Visita guidata delle Architetture Olivettiane della durata di circa due ore e mezza.
Accoglienza da guida certificata presso il Visitor Centre del sito Patrimonio Unesco "Ivrea Città Industriale del XX Secolo". Grazie all'allestimento con un plastico, fotografie e macchine, avremo l’opportunità di approfondire i profili dei due fondatori Camillo e Adriano Olivetti e della storia industriale di prima fabbrica italiana di macchine da scrivere.
Da qui si inizia il cammino verso le architetture olivettiane:

Ore 12.45 trasferimento in pullman nel centro storico di Ivrea per il pranzo in un ristorante convenzionato.

Menu:
Primo piatto a scelta, dolce a scelta.
Acqua e Caffé

Ore 15.00: trasferimento in pullman al Museo Tecnologicamente

Ore 17.30: partenza da Ivrea
Ore 20.00: arrivo a Bergamo

Costo 60 euro, comprendente trasporto, ingressi, visita guidata, pranzo.

Prenotazioni entro il 30 giugno 2022 (o fino esaurimento posti)

Scrivere a dess.bergamo@gmail.com oppure
chiamare/mandare un messaggio al 3480469799

SCARICA IL VOLANTINO

info e contatti
Distretto di Economia Sociale
e Solidale Bergamasco

Via Ghislanzoni 37
24122 Bergamo (BG)
Tel: 348.0469799

Mail: info@dess.bg.it
Social